La posta Elettronica Certificata (detta anche P.E.C.) è un sistema di comunicazione che consente di inviare messaggi di posta elettronica con lo stesso valore legale della Raccomandata cartacea con avviso di ricevimento, fornerndo al mittente una documentazione elettronica attestante l’invio e la consegna di documenti informatici.

La trasmissione si definisce certificata solo se sia il mittente che il destinatario dispongono di una casella di posta elettronica certificata.

Quali vantaggi ha rispetto ad una semplice e-mail?


* E’ certificata:  il gestore, infatti, certifica con proprie “ricevute” che il messaggio è stato spedito, che il messaggio è stato consegnato, che il messaggio non è stato alterato.

* E’ sicura: tutte le comunicazioni sono protette perche’ crittografate e firmate digitalmente. Per questo si avrà sempre la certezza che i messaggi inviati o ricevuti non possano essere contraffatti.

*  Ha valore legale: le ricevute possono essere usate come prove dell’invio, della ricezione ed anche del contenuto del messaggio inviato. Le principali informazioni riguardanti la trasmissione e la consegna vengono conservate per 30 mesi dal gestore e sono anch’esse opponibili a terzi.

* Permette l’invio di qualsiasi tipo di documento informatico: essendo attinente ad un servizio di “trasporto” non entra nel merito di ciò che è oggetto del trasferimento. E’ possibile inviare, quindi, sia un testo, che un ‘immagine, che un programma e così via

Chi deve utilizzarla?

Il decreto  legge 185/2008 (cd. decreto anticrisi) ha previsto che i professionisti iscritti agli albi, ordini e collegi professionali, entro un anno dall’entrata in vigore del decreto, devono comunicare ai rispettivi ordini o collegi il proprio indirizzo di posta elettronica certificata.

La documentazione per l'attivazione è disponibile qui

Sito realizzato da Labucdesign e Nereal.com con tecnologia Volcano 4