Comeogni anno, il 12 Maggio ricorre la Giornata Internazionale dell'Infermiere,ricordando la nascita di Florence Nightingale, la fondatricedell’infermieristica moderna. Proprio in occasione del bicentenario della suanascita, il 2020 era stato designato l’anno degli infermieri dall’OMS.InItalia si sarebbe dovuto svolgere un grande evento a Firenze, città che ha datoi natali alla Nightingale, e anche a Lecco si sarebbero dovuti tenere una seriedi eventi rivolti ai professionisti e alla popolazione.  Oggi più che mai il nostro operato e il nostro impegnosono sotto gli occhi di tutti. Le immagini provenienti dai reparti CoViD cihanno però mostrato sempre a volto coperto e la definizione di eroi, sebbene vogliarappresentare un riconoscimento per il nostro lavoro, rischia di fardimenticare che sotto quelle mascherine ci sono persone con emozioni,sentimenti e un vissuto da raccontare. E che da sempre sono al fianco deicittadini, in ogni contesto assistenziale. Pertantol’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Lecco ha lanciato l’iniziativa “Giùla maschera: il volto della cura”, con l’obiettivo di raccogliere e divulgareattraverso canali social e web racconti, testimonianze, pensieri, messaggi diringraziamento e foto che per dare voce e volto a chi, non solo in questi mesidi emergenza, si prende cura della comunità.  In questa pagina sono pubblicati il video realizzato e tutti i contributi ricevuti.

Sito realizzato da Labucdesign e Nereal.com con tecnologia Volcano 4